Farvi sborsare 1.600 dollari per vedere la sua pubblicità? Apple può

Condividi questo contenuto su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Centoventi secondi. Il tempo di ordinare un caffè al bar. E tutti i ticket da 1.599 dollari – alle 19.02 italiane – erano già esauriti. Per un totale di circa 8 milioni di dollari di incasso. Parlo della WWDC2013, la Worldwide Developers Conference – conferenza mondiale degli sviluppatori Apple – che si terrà dal 10 al 14 giugno a San Francisco.

Un appuntamento importante per chi lavora nel settore, soprattutto perché nell’occasione verrà presenta la versione 7 del sistema iOS. Un sistema operativo che oggi vale il 23 per cento del mercato italiano e il 43 di quello americano. La kermesse comprenderà anche 100 sessioni tecniche con gli ingegneri della Mela, laboratori pratici per aiutare gli sviluppatori ad integrare nuove tecnologie e l’ormai tradizionale appuntamento con gli Apple Design Awards, i premi assegnati alle migliori app per iPhone, iPad e Mac.

Tutto fantastico. Almeno per i tantissimi che sono caduti nella rete del Reality distortion field di Steve Jobs & eredi. Far pagare 1.226 euro a uno sviluppatore per partecipare a una quattro giorni autopromozionale – come del resto convincere migliaia di persone a soffrire per ore in coda per sborsare 700 euro per un telefono cellulare – non è infatti impresa da poco. Di più: è una di quelle imprese che per il momento, nel mondo della tecnologia, riescono soltanto ad Apple. Provate a cercare iOS 7 su Google: il motore di ricerca vi restituisce un miliardo e 370 milioni di risultati…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *